stemma della regione
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Siapiccia
Stai navigando in : Pagine tematiche
PROGRAMMA RITORNARE A CASA

La Regione ha avviato da alcuni anni un programma denominato "Ritornare a casa", finalizzato a:
- favorire il rientro o la permanenza in famiglia, nella comunità di appartenenza o comunque in un ambiente di vita di tipo familiare, di persone attualmente inserite in strutture residenziali a carattere sociale e/o sanitario o a rischio di inserimento in tali strutture, che necessitano di un livello assistenziale molto elevato;
- migliorare il grado di autonomia e la qualità della vita delle persone con autosufficienza compromessa;
- aiutare le famiglie delle persone non autosufficienti attraverso l'organizzazione di una rete di servizi e il sostegno al familiare di riferimento.

Il programma è attuato attraverso il finanziamento di progetti personalizzati, della durata di 12 mesi, che prevedano un piano di spesa di massimo 20 mila euro annui, di cui l’80% a carico della Regione e il 20% a carico del Comune di residenza dell’interessato.
L’importo effettivo del contributo annuo viene determinato in base alla situazione economica del beneficiario, calcolata con il metodo dell’Indicatore della situazione economica equivalente – Isee, secondo i criteri e gli scaglioni stabiliti con la delibera n. 30/68 del 12 luglio 2011.

DESTINATARI

Potenziali destinatari della procedura sono le persone attualmente inserite o a forte rischio di ricovero in strutture residenziali a carattere sociale e/o sanitario, le quali necessitano di un livello di intensità assistenziale molto elevato, ossia:
- persone dimesse da strutture residenziali a carattere sociale e/o sanitario dopo un periodo di ricovero pari ad almeno 12 mesi;
- persone affette da gravi patologie degenerative non reversibili in ventilazione meccanica assistita a permanenza 24 h o in coma;
- persone che, a seguito di una malattia neoplastica, si trovino nella fase terminale della loro vita, clinicamente documentabile;
- persone in grave stato di demenza, alle quali l'unità di valutazione territoriale (UVT) competente abbia attribuito un punteggio non inferiore a 5 sulla base della scala CDRs (Clinical dementia rating scale);
- persone affette da patologie con andamento cronico degenerativo con pluripatologia (valutate a 14 item sulla scala CIRS - Cumulative illness rating scale, con indice di severità uguale o maggiore di 3 e con indice di comorbilità uguale o maggiore di 3), che soffrano anche di almeno altre due patologie, non concorrenti, oltre alla principale.

Chi beneficia del programma "Ritornare a casa" non può accedere ai finanziamenti per i piani personalizzati in favore delle persone con disabilità grave, previsti dalla legge n. 162 del 21 maggio 1998.

Chi può presentare la domanda?

L’interessato o il familiare di riferimento deve presentare al Comune di residenza, direttamente o tramite il punto unico di acceso del proprio distretto sanitario, la richiesta di predisposizione del progetto personalizzato, accompagnata dalla specifica certificazione medica.

Successivamente al ricevimento della domanda, il Comune contatterà il PUA e richiederà la valutazione da parte della Commissione denominata UVT (Unita di Valutazione Territoriale) che accerterà che vi siano i requisiti socio-sanitari richiesti.

Verrà predisposto un progetto, firmato da tutti coloro che ne hanno una parte e inviato in Regione.

Il competente Servizio della Direzione generale valuterà i contenuti del documento e verificherà il rispetto dei requisiti, dopodiché richiederà il parere alla commissione tecnica regionale.

Entro 15 giorni dalla conclusione dell’esame della commissione, il Servizio determinerà l'ammissione al finanziamento o esprimerà un rifiuto motivato, comunicando l’esito al Comune richiedente.

L’importo assegnato sarà trasferito dalla Regione al Comune in un’unica soluzione al momento dell’approvazione del progetto.

Il Comune liquiderà all’interessato dietro presentazione di richiesta e pezze giustificative comprovanti l’effettiva spesa effettuata per l’assistenza della persona.

Termini per la presentazione

Il progetto personalizzato deve essere presentato alla Regione entro le seguenti scadenze:
- entro 6 mesi dalla dimissione, nel caso di persone che sono state ricoverate per almeno 12 mesi in strutture residenziali;
- almeno 2 mesi prima della scadenza naturale del progetto, in caso di richiesta di rinnovo;
- in qualunque periodo dell'anno, negli altri casi.

 

CONTRIBUTO AGGIUNTIVO


Le famiglie che assistono persone in situazioni particolarmente gravi, quali quelli in ventilazione meccanica assistita permanente o in coma, possono richiedere un contributo aggiuntivo, fino ad un massimo di 9 mila euro.
La richiesta può essere fatta anche contestualmente al finanziamento ordinario per il progetto.
Il contributo aggiuntivo è destinato alla copertura delle spese anche indirettamente correlate alla malattia, quali il pagamento delle utenze, l’adeguamento dei locali e l’alimentazione differenziata, e può essere utilizzato pure per garantire ore di assistenza domiciliare ulteriori rispetto a quelle coperte dal finanziamento ordinario.
Il contributo ha validità annuale e può essere richiesto anche l’anno successivo, presentando la rendicontazione della spesa sostenuta.

CONTRIBUTO STRAORDINARIO


Per le situazioni particolarmente gravi sopra citate può essere richiesto un finanziamento straordinario, fino ad un massimo di 18 mila euro, per la copertura delle spese anche indirettamente correlate alla malattia, quali il pagamento delle utenze, l’adeguamento dei locali e l’alimentazione differenziata.
Il finanziamento straordinario può anche essere assegnato per la stessa annualità in cui è stato concesso un contributo aggiuntivo, purché sia presentato un apposito progetto e siano rendicontate le spese sostenute con quest'ultimo contributo.

CONTRIBUTO DISABILITA’ GRAVISSIME

Ai beneficiari dei progetti Ritornare a casa, può essere concesso il Contributo per le disabilità gravissime che deve essere utilizzato per l’assistenza e in parte concesso come riconoscimento del carico familiare al caregiver, dietro dichiarazione dello stesso.

   Sezioni tematiche
Comune di Siapiccia - Via Marconi, 2 - 09080 Siapiccia (OR)
  Tel: 0783.44.90.17   Fax: 0783.44.91.23
  Codice Fiscale: 80003110956   Partita IVA: 00390130953
  P.E.C.: comune.siapiccia.or@legalmail.it   Email: amministrativo@comune.siapiccia.or.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.